CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1685/A

LAMPIS - TRUZZU - ORRÙ - RUBIU, con richiesta di risposta scritta, sulla mancata corresponsione delle spettanze economiche a favore dei pediatri di libera scelta per le prestazioni di particolare interesse professionale.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- con deliberazione della Giunta regionale n. 35/18 del luglio 2018 veniva approvato l'Accordo integrativo regionale stralcio per la gestione della corretta erogazione delle prestazioni di particolare impegno professionale (PIP) sottoscritto dall'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale e dalle organizzazioni sindacali FIMP e SISPE dei pediatri di libera scelta in data 22 giugno 2018;
- la delibera richiamata ha previsto inoltre:
- di dare mandato all'ATS di determinare annualmente, entro il mese di dicembre dell'anno precedente a quello di riferimento, un plafond annuo aziendale da destinare a ciascuna ASSL per le prestazioni di particolare interesse professionale indicate e tariffate nell'allegato B, lettera a), dell'ACN per la disciplina dei rapporti con i medici pediatri di libera scelta ai sensi dell'articolo 8 del decreto legislativo n. 502 del 1992 e successive modifiche ed integrazioni, sulla base della spesa media sostenuta negli ultimi tre anni per tali tipologia di prestazioni;
- di stabilire che l'ATS, entro il mese di settembre di ciascun anno, provveda ad effettuare eventuali compensazioni tra ASSL;
- di stabilire che l'ATS sia tenuta a informare tempestivamente l'Assessorato regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale nel caso in cui si ravvisasse il rischio di superamento del plafond di cui al punto 2), al fine di consentire il reperimento delle ulteriori risorse necessarie a garantire i livelli essenziali di assistenza;
- di destinare l'eventuale quota residua del fondo per le prestazioni di particolare interesse professionale alla remunerazione delle prestazioni indicate e tariffate nell'allegato B, lettera c) dell'ACN per la disciplina dei rapporti con i medici pediatri di libera scelta ai sensi dell'articolo 8 del decreto legislativo n. 502 del 1992 e successive modifiche ed integrazioni, che devono essere erogate in maniera omogenea nell'arco dell'anno secondo le indicazioni dell'ATS e limitatamente alla capienza del fondo;
- di abolire la remunerazione delle prestazioni di cui all'articolo 5, comma 6, dell'Accordo regionale per la pediatria di libera scelta in attuazione di quanto previsto dall'Accordo collettivo nazionale del 15 dicembre 2005;
- di dare mandato all'ATS, previa ulteriore verifica delle certificazioni trasmesse, di procedere al pagamento di tutte le prestazioni rese per le quali l'Azienda non abbia proceduto a comunicare l'imminente superamento del fondo;
- di dare mandato all'ATS di procedere, al superamento della capienza del fondo assegnato, a darne tempestiva comunicazione ai pediatri;
- di disporre che le prestazioni aggiuntive erogate dopo il superamento del fondo, in caso in cui sia stata correttamente effettuata la preventiva comunicazione di cui al punto 8), non vengano in ogni caso assoggettate a rimborso;

considerato che alla data di presentazione del presente atto di sindacato ispettivo i pediatri di libera scelta non hanno ancora ricevuto le remunerazione per le prestazioni aggiuntive garantite a favore dei pazienti;

appurato che sia improrogabile provvedere in merito dando completa attuazione alla già citata deliberazione della Giunta regionale,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se siano a conoscenza della mancata attuazione dell'Accordo integrativo regionale stralcio per la gestione della corretta erogazione delle prestazioni di particolare impegno professionale (PIP) sottoscritto dall'Assessore e dalle organizzazioni sindacali (FIMP e SISPE) dei pediatri di libera scelta in data 22 giugno 2018;
2) quali azioni intendano porre in essere per consentire nel più breve tempo possibile l'erogazione della spettanze economiche a favore dei pediatri di libera scelta per le prestazioni di particolare interesse professionale erogate nel corso dell'anno 2018.

Cagliari, 19 novembre 2018