CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1702/A

CRISPONI - DEDONI - COSSA - MARRAS, con richiesta di risposta scritta, sulla sospensione del download dell'app "Sardegna accessibile" da oltre un anno dai web stores.

***************

I sottoscritti,

premesso che l'app "Sardegna accessibile", sviluppata a partire dal 2014 grazie ai fondi POR, aveva l'obiettivo di consentire a tutte le persone con disabilità di conoscere le strutture ricettive, le spiagge, i musei e le zone archeologiche della Sardegna che possano rispondere ai propri bisogni e ai propri gusti;

considerato che il 22 novembre 2017 l'Assessorato regionale del turismo, artigianato e commercio ha comunicato che, a seguito di ripetute segnalazioni di malfunzionamenti e problemi, era stato temporaneamente sospeso dal Play Store e dall'App Store di iTunes il download dell'app "Sardegna accessibile", al fine di sottoporla ad una attenta verifica;

evidenziato che la stessa nota dell'Assessorato regionale del turismo, artigianato e commercio affermava che, nel rispetto dei diritti delle persone con disabilità e dopo una doverosa consultazione con le organizzazioni dei disabili, l'app sarebbe stata di nuovo resa disponibile per il download;

preso atto che a tutt'oggi, e quindi dopo un anno, il download dell'app non è ancora disponibile;

ribadito che l'applicazione nasce con una mission importante per una Regione che vuole essere competitiva in ogni settore turistico al fine di consentire a tutte le persone con disabilità di conoscere le strutture e le attrazioni della Sardegna che possano rispondere ai propri bisogni e ai propri gusti,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale del turismo, artigianato e commercio per sapere: 
1) se siano a conoscenza di quanto esposto;
2) con quali modalità, a favore di chi e con quale costo è stata realizzata l'app;
3) quali siano i motivi che impediscono di rendere l'app "Sardegna Accessibile" nuovamente scaricabile e fruibile a favore di quanti si trovano in condizioni di disabilità o comunque di esigenze particolari.

Cagliari, 5 dicembre 2018