CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1723/A

LEDDA - DESSÌ - SATTA - LANCIONI, con richiesta di risposta scritta, sulla paventata intenzione del Rettore dell'Università` di Sassari di ridimensionare la Scuola di specializzazione di cardiologia.

***************

I sottoscritti,

premesso che entro i primi mesi del prossimo anno, in seguito ad avvenimenti in fase di formalizzazione (raggiungimento fine carriera del Direttore della Cardiologia della AOU di Sassari), è stata di recente ventilata l'ipotesi che una scuola di specializzazione di primaria importanza, ovvero la Scuola di cardiologia della Università di Sassari, possa subire un ridimensionamento, se non addirittura la chiusura, con conseguente accorpamento alla Scuola di Cardiologia della Università di Cagliari;

considerato che:
- la Facoltà di medicina e chirurgia è una colonna portante dell'Università di Sassari;
- la chiusura o il ridimensionamento della Scuola di specializzazione di cardiologia dell'Universita` di Sassari potrebbe renderla subalterna alla omologa dell'Università di Cagliari, compromettendone l'esistenza o l'autonomia;
- sono già in atto dei tentativi di riduzione di servizi essenziali nel nord Sardegna, vedi ridimensionamenti dei laboratori di analisi;

sottolineato che:
- l'Assessorato e il rettorato non possono permettere che il nord Sardegna ed in particolare la città di Sassari prescindano dall'Università;
- i poli universitari in Sardegna sono e devono restare due;
- gli studenti hanno diritto a frequentare una scuola di specializzazione di qualità che possa svolgere il ruolo di formazione specialistica senza essere costretti a spostarsi lontano da Sassari od addirittura in sedi extraregione;

chiedono di interrogare il Presidente della Regione per sapere se:
1) sia a conoscenza del progetto di ridimensionamento/chiusura della Scuola di specializzazione di cardiologia della Università di Sassari su esposto e se non ritenga opportuno fare accertamenti per scongiurarne l'attuazione così da non indebolire la Facoltà di medicina dell'Università di Sassari;
2) non condivida la necessità che  qualsiasi sostituzione di figura apicale strategica sia ponderata, anteponendo gli interessi pubblici, ed in particolare la qualità dell'assistenza medica e della formazione universitaria, a qualunque altro tipo di logica.

Cagliari, 20 dicembre 2018