CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1726/A

DESINI, con richiesta di risposta scritta, sui disservizi della struttura di radioterapia dell'Azienda ospedaliero-universitaria (AOU) di Sassari.

***************

Il sottoscritto,

premesso che i pazienti del servizio di radioterapia dell'AOU di Sassari si trovano, negli ultimi tempi, a dover affrontare una serie di disagi, come ad esempio la discontinuità nella somministrazione della terapia che rischia a breve di non poter essere più effettuata nel pomeriggio, imputabili alla progressiva e inesorabile carenza di personale sanitario;

considerato che:
- all'origine del problema si pongono, paradossalmente, le stabilizzazioni del personale concluse lo scorso 21 dicembre con la stipula dei contratti di lavoro a tempo indeterminato tra l'azienda sanitaria e il personale precario in possesso dei requisiti previsti dall'articolo 20, comma 1, del decreto legislativo n. 75 del 2017: ben 214 stabilizzati, pari all'8,44 per cento dei lavoratori alle dipendenze dell'AOU di Sassari, dei quali 43 dirigenti e 171 dipendenti del comparto tra sanitari, amministrativi e tecnici;
- infatti, alcuni dei lavoratori stabilizzati hanno optato per altre sedi dell'Azienda per la tutela della salute, lasciando scoperta la struttura di radioterapia dell'AOU di Sassari: tra questi, in particolare, l'unico tecnico precario già formato e ancora in servizio in radioterapia, destinato, malgrado ciò, a essere stabilizzato nell'ATS;
- nei giorni scorsi, il movimento "Donne libere in lotta per il diritto alla salute", a seguito di svariate segnalazioni provenienti dagli utenti della radioterapia, ha scritto al direttore generale e al direttore sanitario dell'AOU chiedendo spiegazioni sui disservizi dovuti alla carenza di personale;
- nella risposta il direttore sanitario dell'AOU di Sassari ha confermato la veridicità della notizia dell'opzione di alcuni tecnici neo-stabilizzati su sedi ATS e dei conseguenti imminenti problemi nell'erogazione dei servizi della struttura di radioterapia;
- i pazienti sassaresi temono, a questo punto, che la struttura di radioterapia possa essere chiusa a breve, così da essere costretti, a quel punto, a recarsi a Cagliari o a Nuoro per poter usufruire dei servizi di radioterapia, peraltro con l'aggravante che a Nuoro parrebbe esistere, allo stato, un solo macchinario funzionante sufficiente a coprire esclusivamente il fabbisogno del relativo territorio;

evidenziato che:
- ciò rappresenterebbe l'ennesimo episodio di disservizio della sanità sassarese, a discapito di una comunità e di un territorio già ampiamente penalizzati sotto il profilo della tutela del diritto fondamentale alla salute;
- la carenza di organico in un'azienda sanitaria non costituisce una situazione improvvisa, imprevista e imprevedibile, tale da determinare l'oggettiva impossibilità di garantire il servizio, bensì il frutto della cattiva gestione dell'organizzazione e del personale,

chiede di interrogare la Giunta regionale e in particolare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale al fine di sapere:
1) se siano a conoscenza della grave problematica sopra rappresentata;
2) quali atti e misure intendano adottare affinché la struttura di radioterapia dell'AOU di Sassari sia dotata del personale necessario ad assicurare continuità ed efficienza nell'erogazione dei servizi ai pazienti.

Cagliari, 27 dicembre 2018