CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1727/A

TOCCO, con richiesta di risposta scritta, sull'assegnazione di fondi stanziati dalla Regione in merito all'erogazione dei contributi alle associazioni sportive per l'acquisto di defibrillatori automatici.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- con deliberazione n. 67/7 del 16 dicembre 2016 avente ad oggetto "Contributi per l'acquisto di defibrillatori semiautomatici esterni destinati a gestori o proprietari di impianti sportivi e società e associazioni sportive dilettantistiche nel rispetto di quanto stabilito dal decreto del Ministero della salute 24 aprile 2013. L.R. 11 aprile 2016, n. 5", la Giunta regionale ha approvato un provvedimento mirato all'assegnazione di finanziamenti per la dotazione di strumenti per le strutture sportive,
- si dispone che tutti i proprietari o gestori di impianti sportivi nonché delle società e associazioni sportive dilettantistiche con sede nel territorio regionale, obbligatoriamente dotati di un DAE, possano presentare istanza per la concessione di contributi per l'acquisto di defibrillatori semiautomatici esterni (DAE);

evidenziato che:
- l'Assessorato regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale di concerto con l'Assessorato regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport stanziano risorse finanziarie per tali finalità nel bilancio regionale 2016 (CDR 00.12.01.03 UPB S05.04.002) per un importo pari a euro 400.000;
- per massimizzare il numero del soggetti destinatari viene stabilito un tetto massimo di contribuzione per soggetto beneficiario pari a euro 500;

rilevato che con deliberazione del direttore generale n. 359 del 25 maggio 2017, avente ad oggetto "Indizione selezione per l'assegnazione di contributi per l'acquisto di defibrillatori semiautomatici esterni (DAE), approvazione Bando", l'Azienda sanitaria locale (ora ASSL) di Sassari è stata incaricata di provvedere all'emissione di un bando per la selezione dei soggetti cui assegnare i contributi predetti secondo i criteri stabiliti nel sopra richiamato provvedimento;

accertato che:
- con Determinazione del direttore ASSL n. 467 del 5 febbraio 2018, avente ad oggetto "Approvazione graduatoria per l'assegnazione di contributi per l'acquisto di defibrillatori semiautomatici esterni (DAE) in esecuzione della D.G.R. n. 67 del 16.12.2016 e disposizioni operative", è stata approvata l'assegnazione dei finanziamenti - in seguito ad apposita istruttoria - ai soggetti richiedenti;
- con tale atto è stata sancita l'approvazione graduatoria per l'assegnazione di contributi per l'acquisto di defibrillatori semiautomatici esterni (DAE) in esecuzione della deliberazione della Giunta regionale n. 67/7 del 16 dicembre 2016 e disposizioni operative; il finanziamento di euro 400.000 è stato contabilizzato in entrata sul bilancio regionale 2017 - capitolo SC05.0089, ex UPB S05.04.002, codice PCF U.02.03.01.02.011 - missione 13 - programma 07, macro aggregato 23, codice gestionale 2237; l'onere derivante dal provvedimento di assegnazione dei fondi è quantificato in euro 101.200 - Ufficio autorizzativo UAAG - macro autorizzazione 6 - Conto A505010301;

rimarcato che:
- a fronte di uno stanziamento iniziale di euro 400.000, i contributi erogati ammontano a euro 101.200;
- l'ATS aveva dichiarato che avrebbe predisposto un nuovo bando per permettere alle associazioni sportive di percepire i contributi, cosa che allo stato attuale non è ancora avvenuta; in aggiunta si noti che i fondi sono stati stanziati nel dicembre 2016 e che l'approvazione della graduatoria è avvenuta solo nel febbraio 2018;
- il quadro normativo spinge le associazioni a dotarsi di strumenti sanitari per il controllo dell'attività sportiva; si parte dalla legge 3 aprile 2001, n.120 (Utilizzo dei defibrillatori semiautomatici in ambiente extra ospedaliero);
- l'articolo 7, comma 11, del decreto legge n. 158 del 13 settembre 2012, convertito nella legge n. 189 del 2012, impone delle disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della salute;
- con decreto del 24 aprile 2013 si disciplina la certificazione dell'attività sportiva non agonistica e amatoriale e le linee guida sulla dotazione e l'utilizzo di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita;
- con decreto ministeriale 18 marzo 2011 si fissa la determinazione dei criteri e delle modalità di diffusione dei defibrillatori automatici esterni di cui all'articolo 2, comma 46, della legge n. 191 del 2009;
- con l'Accordo Stato-Regioni del 27 febbraio 2013 vengono stabilite modalità per favorire la diffusione dei defibrillatori semiautomatici;
- la circolare del 16 maggio 2014 fornisce indirizzi in merito ai corsi di formazione finalizzati al rilascio di un attestato di autorizzazione all'impiego del DAE a personale non sanitario, ponendo in capo alle regioni la disciplina dell'erogazione dei corsi di formazione e di addestramento BLS-D per i soccorritori non medici; per evitare disomogeneità tra le regioni nell'attuazione della circolare si è deciso, sentito il Gruppo tecnico interregionale emergenza urgenza, di perseguire un modello unico,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per conoscere:
1) se siano a conoscenza della situazione suesposta, e sui ritardi nella predisposizione di un nuovo bando per permettere alle associazioni sportive di percepire i contributi per l'acquisto di defibrillatori semiautomatici e di eventuali dispositivi salvavita da installare all'interno delle strutture sportive;
2) quali interventi si stiano attuando per una legislazione innovativa in materia di cardio protezione -partendo dalla proposta di legge n. 266 del 2015 (Disposizioni per la diffusione dei defibrillatori semiautomatici esterni nell'ambito della pratica fisica e sportiva) - con l'organizzazione del sistema sanitario di emergenza/urgenza che deve essere supportata, per la sua piena efficacia, da un'efficiente rete di pronto intervento nei luoghi ove si esplica l'attività fisica e sportiva.

Cagliari, 28 dicembre 2018