CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1731/A

CHERCHI Augusto - CONGIU - MANCA Pier Mario, con richiesta di risposta scritta, sui ritardi nella liquidazione dei rimborsi delle spese per ricoveri extra Regione, di cui alla legge regionale n. 26 del 1991, conseguenti all'adozione di nuove disposizioni organizzative della Direzione di area della ASSL di Sassari.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- nonostante la grave carenza di personale mai sanata negli ultimi dieci anni, fino al mese di novembre 2018 l'attività dell'Ufficio ricoveri extra Regione del Distretto sanitario di Sassari è stata espletata nel rispetto dei termini procedimentali prescritti dalla legge regionale 23 luglio 1991, n. 26 (Prestazioni di assistenza indiretta nel territorio nazionale e all'estero), con piena soddisfazione degli assistiti, che hanno avuto modo di valutare positivamente il servizio ricevuto anche con lettere di elogio pubblicate sui quotidiani locali;
- malgrado ciò, il 13 novembre 2018, il Direttore di area della ASSL di Sassari ha adottato, con nota protocollo NP/2018/75440, nuove disposizioni organizzative adducendo presunti ritardi e inefficienze nella liquidazione delle pratiche di rimborsi per ricoveri extra Regione;
- il predetto atto dispone una separazione tra la fase autorizzativa, che rimane in capo al distretto sanitario, e la fase liquidatoria dei rimborsi agli assistiti, che viene rimessa alla competenza della struttura amministrativa di area;
- con riferimento alla parte liquidatoria il Direttore di area affida le relative mansioni a un dipendente di categoria B, appartenente alla Struttura complessa Servizio giuridico-amministrativo di area;

considerato che:
- le nuove disposizioni organizzative nel rimettere al Servizio giuridico-amministrativo di area il compimento di atti di amministrazione attiva nell'ambito della liquidazione dei rimborsi si pongono in contrasto con quanto previsto dall'articolo 29 dell'atto aziendale della ASSL di Sassari nella parte in cui assegna al medesimo Servizio "funzioni di supporto amministrativo e giuridico (...) alle attività della direzione delle macrostrutture organizzative";
- tali disposizioni configgono inoltre con il percorso operativo ricoveri extraregione, approvato con la deliberazione del Direttore generale dell'ASL di Sassari n. 997 del 20 dicembre 2011, laddove annovera tra i compiti dei distretti sanitari anche quello di "provvedere alla liquidazione dei contributi", precisando che, a tal fine, l'Ufficio ricoveri extra Regione del distretto avrebbe dovuto ricevere la relativa domanda corredata delle prescritte certificazioni e, accertata la regolarità della documentazione presentata, predisporre gli atti di liquidazione;

considerato, inoltre, che:
- la funzione "rimborsi agli assistiti", implicante competenze proprie dei livelli direttivi per la necessità di discernere discrezionalmente, nell'ambito delle previsioni della legge regionale n. 26 del 1991, le situazioni che danno seguito ad un rimborso ovvero ad un diniego, non può essere affidata a un dipendente inquadrato nella categoria B;
- la suddivisione tra fase autorizzativa e fase liquidatoria operata dalla decisione dirigenziale del 13 novembre 2018 risulta costituire una eccezione nell'ambito della ATS in quanto nelle altre ASSL gli Uffici ricoveri extra Regione dei distretti assommano le funzioni relative a entrambe le fasi;

evidenziato che:
- le più volte citate disposizioni dirigenziali hanno determinato, come conseguenza, un notevole rallentamento dell'iter procedimentale, reso inutilmente farraginoso, con grave pregiudizio per gli assistiti, se si considera che in pochi mesi risultano accumulate oltre 400 pratiche in attesa di evasione;
- siffatte disposizioni rischiano, pertanto, di frustrare il raggiungimento delle finalità stesse della legge regionale n. 26 del 1991, connesse alla piena ed effettiva tutela del diritto alla salute ex articolo 32 della Costituzione, che richiedono una particolare celerità nell'espletamento delle attività amministrative, e si pongono in contrasto con il principio di buon andamento di cui all'articolo 97 della Costituzione,

chiedono di interrogare la Giunta regionale ed in particolare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se siano a conoscenza delle problematiche sopra esposte;
2) quali atti e misure intendano adottare al fine di garantire, nell'ambito della ASSL di Sassari, la certezza dei termini procedimentali prescritti per la liquidazione dei rimborsi delle spese sostenute per ricoveri extra Regione attraverso il ripristino dell'organizzazione antecedente alle disposizioni di cui alla nota del Direttore di area prot. NP/2018/75440 del 13 novembre 2018.

Cagliari, 9 gennaio 2019