CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 1744/A

CONGIU, con richiesta di risposta scritta, sull'impossibilità, per gli studenti dell'Istituto tecnico trasporti e logistica di Siniscola, di utilizzare il laboratorio di meccanica.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- l'Istituto tecnico trasporti e logistica ITTL di Siniscola, facente capo all'Istituto di istruzione superiore "Michelangelo Pira", si propone di formare diplomati in grado di: gestire il funzionamento dei diversi apparati di conduzione e di propulsione di un mezzo marittimo e operare in fase di programmazione dei percorsi e della manutenzione degli impianti, interagire con i sistemi di assistenza, sorveglianza e monitoraggio del traffico e relative comunicazioni, gestire in modo appropriato gli spazi a bordo e organizzare i servizi di carico e scarico, di sistemazione delle merci e dei passeggeri, cooperare nelle attività di gestione delle merci, dei servizi tecnici e dei flussi passeggeri in partenza ed in arrivo, operare nel sistema qualità nel rispetto delle normative sulla sicurezza;
- in particolare, l'opzione "Conduzione del mezzo navale (CMN)" prepara gli allievi alla conduzione e alla gestione dei mezzi di trasporto marittimo conferendo il titolo di "Allievo ufficiale di coperta", mentre l'opzione "Conduzione di apparati e impianti marini (CAIM)" prepara gli allievi alla gestione degli apparati propulsori e agli impianti tecnologici del mezzo navale conferendo il titolo di "Allievo ufficiale di macchina";
- si può, pertanto, comprendere come le attività didattiche laboratoriali rivestano un'importanza fondamentale nella formazione degli allievi, in conformità alla normativa statale e internazionale in materia (Convenzione internazionale sugli standard di addestramento, abilitazione e tenuta della guardia per i marittimi, nota anche come Convenzione STCW);

considerato che:
- nel Piano triennale dell'offerta formativa PTOF 2016-2019 dell'istituto si legge che "gli alunni del corso ITTL utilizzano ampiamente il laboratorio di meccanica";
- infatti, fino a due anni fa, gli studenti dell'istituto hanno avuto la possibilità di esercitarsi nel campo della tecnologia meccanica, delle saldature, del montaggio e smontaggio di motori marini nel locale scolastico appositamente adibito a laboratorio di meccanica;
- tuttavia, dal mese di marzo 2017 tale laboratorio è stato chiuso in quanto riconosciuto non a norma per lo svolgimento delle attività didattiche;
- il dirigente scolastico ha sottoposto ripetutamente siffatta problematica alle competenti autorità, indicando gli interventi minimi necessari per riportare il laboratorio alla sua completa fruibilità;
- ciononostante, il laboratorio è, tuttora, chiuso e gli alunni sono, conseguentemente, impossibilitati a svolgere le esercitazioni indispensabili per la fruizione della proposta formativa offerta dall'istituzione scolastica;

rilevato come appaia urgente e indifferibile porre rimedio alla lamentata situazione per evitare il ripetersi delle dannose conseguenze registrate presso l'Istituto professionale per l'industria e l'artigianato Amaldi di Macomer, il cui laboratorio risulta da anni chiuso e inagibile,

chiede di interrogare l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport per sapere:
1) se sia a conoscenza della problematica esposta;
2) se non ritenga necessario e urgente intervenire al fine di garantire il diritto allo studio degli alunni dell'istituto in premessa assicurando lo svolgimento di tutte le attività didattiche laboratoriali previste nel piano dell'offerta formativa in locali idonei a tal fine, ponendo fine all'ennesimo pregiudizio alla formazione professionale dei futuri lavoratori della Provincia di Nuoro.

Cagliari, 7 febbraio 2019