CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 800/A

PISCEDDA - TENDAS - DERIU - LOTTO - COMANDINI - MORICONI, con richiesta di risposta scritta sullo stato di attuazione dell'articolo 7 della legge regionale 11 aprile 2016, n. 5 (Fondo per le comunità per l'accoglienza di giovani adulti e adulti sottoposti a misure restrittive della libertà personale).

***************

I sottoscritti,

richiamato l'articolo 7 della legge regionale 11 aprile 2016, n. 5 (Fondo per le comunità per l'accoglienza di giovani adulti e adulti sottoposti a misure restrittive della libertà personale), orientata a regolamentare una peculiare formula di struttura sociale già individuata nei regolamenti regionali sulle strutture sociali di cui alla legge regionale n. 23 del 2005;

considerato che:
- il fondo è stato istituito con la finalità di attribuire certezza di risorse a strutture che, pur esistendo ed essendo operative in Sardegna, hanno da sempre avuto un sostegno da parte delle istituzioni discontinuo e/o non definito, quindi poco adeguato alla migliore efficacia del particolare servizio fornito alla collettività;
- permangono forti ritardi nell'attuazione, nonostante l'urgenza richiamata nella precedente interrogazione n. 788/A del 7 luglio 2016,

chiedono di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere quali azioni si stiano portando avanti al fine di garantire che:
1) le misure attuative relative all'anno 2016 siano disposte nel minor tempo possibile;
2) sia garantito l'intero stanziamento (600+400 mila euro) previsto in legge;
3) si separino nettamente le attribuzioni a cui è destinato il fondo da altri, pur auspicabili, stanziamenti mirati ad attività di inclusione sociale per condannati in misura alternativa,

e, contestualmente, di precisare se, come richiamato in legge, nel percorso di definizione delle procedure di accreditamento siano stati coinvolti o meno gli Uffici esecuzione penale esterna (UEPE) e quale ruolo abbia il PRAP, nella fase di attuazione delle misure previste dal fondo in favore esclusivo delle comunità a partire da quelle storiche.

Cagliari, 18 luglio 2016