CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XVLegislatura

Interrogazione n. 951/A

MORICONI - COZZOLINO - DERIU - FORMA - PISCEDDA - SOLINAS Antonio - TENDAS, con richiesta di risposta scritta, sulla nomina del direttore amministrativo dell'ATS.

***************

I sottoscritti,

premesso che con legge regionale 27 luglio 2016, n. 17 (Istituzione dell'Azienda per la tutela della salute (ATS) e disposizioni di adeguamento dell'assetto istituzionale e organizzativo del servizio sanitario regionale. Modifiche alla legge regionale 28 luglio 2006, n. 10 (Tutela della salute e riordino del servizio sanitario della Sardegna. Abrogazione della legge regionale 26 gennaio 1995, n. 5) e alla legge regionale 17 novembre 2014, n. 23 (Norme urgenti per la riforma del sistema sanitario regionale)), è stato avviato il processo di riforma del servizio sanitario regionale sardo;

vista:
- la deliberazione n. 51/2 del 23 settembre 2016 con cui la Giunta regionale, su proposta dell'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale, nomina il direttore generale dell'Azienda sanitaria locale n. 1 di Sassari destinato, ai sensi del comma 3 dell'articolo 16 della summenzionata legge regionale n. 17 del 2016, ad assumere le funzioni di direttore generale dell'Azienda per la tutela della salute a decorrere dal 1° gennaio 2017;
- la deliberazione n. 19 del 28 ottobre 2016 con cui il direttore generale dell'ATS nomina, con decorrenza 1° dicembre 2016 e per la durata di cinque anni, il direttore amministrativo dell'ASL n. 1 di Sassari/direttore amministrativo dell'ATS;

visto l'articolo 41 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, concernente gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazione da parte delle pubbliche amministrazioni, con particolare riferimento alle procedure di conferimento degli incarichi di direttore generale, direttore sanitario e direttore amministrativo del servizio sanitario nazionale e dei servizi sanitari regionali, ivi comprese le aziende sanitarie territoriali e ospedaliere;

visti gli atti relativi a tale nomina pubblicati nel sito istituzionale dell'ATS;

considerato che tra gli stessi mancherebbe allegato il curriculum vitae, documento attraverso il quale possono essere verificati i requisiti posseduti e necessari a ricoprire tale incarico ai sensi della normativa vigente;

vista la deliberazione n. 361 del 28 giugno 2016 della Regione Lazio concernente l'aggiornamento dell'elenco degli idonei alla nomina di direttore generale delle aziende del servizio sanitario regionale in cui lo stesso candidato, risultato idoneo a ricoprire l'incarico di direttore amministrativo dell'ATS sarda, non risulta idoneo a ricoprire incarichi di pari rilevanza nell'ambito del servizio sanitario della Regione Lazio;

considerato che la ragione della inidoneità su citata riconduce alle previsioni contenute nell'articolo 3 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, le stesse necessarie al fine di ricoprire l'incarico di direttore amministrativo dell'ATS,

chiedono di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere se:
1) siano note le ragioni che hanno impedito la pubblicità, in ossequio agli obblighi di trasparenza e diffusione delle informazioni da parte dell'ATS, in relazione alla mancata pubblicazione del curriculum vitae del neo direttore amministrativo;
2) siano stati verificati i requisiti in possesso, all'atto della sua nomina, dello stesso dirigente, nel rispetto delle previsioni contenute nella normativa vigente, anche alla luce della summenzionata deliberazione della Giunta regionale del Lazio.

Cagliari, 4 gennaio 2017