Biblioteca

Via Roma, 25, Cagliari - tel. 070/60141, fax 070/650373
serv.biblioteca@consregsardegna.it

La biblioteca del Consiglio regionale Ŕ aperta nei giorni di:
Lunedý, Mercoledý e Venerdý dalle ore 10,30 alle 12,30.
Mercoledý dalle ore 17,30 alle 19,30.

Si ricorda che l'accesso alla biblioteca Ŕ consentito a studenti universitari, laureandi, ricercatori, professori universitari, insegnanti.
Per la consultazione dei fondi antichi e manoscritti, Ŕ necessario rivolgersi al personale con il quale si concorderanno giorni e orari per la consultazione. Si ricorda inoltre che Ŕ possibile effettuare un numero massimo di dieci fotocopie e che non Ŕ possibile effettuare il prestito dei volumi.

.......................

La biblioteca Ŕ stata istituita nel 1950 ad esclusivo servizio dei consiglieri e dei dipendenti del Consiglio Regionale. Attualmente possiede oltre 40.000 volumi, dei quali circa 7000 riguardanti la Sardegna o di autori sardi.  E' una biblioteca specializzata nei settori per i quali la Regione Autonoma della Sardegna ha competenza legislativa, ma non mancano opere di carattere generale.

Oltre ai volumi esistono circa 350 abbonamenti a riviste periodiche di carattere giuridico, sociale, economico e politico, anche di carattere locale, la raccolta completa delle Gazzette Ufficiali della Repubblica Italiana, dell'Unione Europea, dei Bollettini Ufficiali della Regione Sarda (B.U.R.A.S.) e delle altre regioni.

La Biblioteca cura inoltre la raccolta dei quotidiani nazionali (anno corrente) e delle testate quotidiane pi¨ diffuse in Sardegna (L'Unione Sarda e La Nuova Sardegna - edizione cagliaritana).

Per ovviare ai problemi di spazio, comuni alla maggior parte delle biblioteche, si sta cercando di acquistare il maggior numero di riviste in CD-ROM. Da segnalare il settore antiquario che comprende oltrechŔ un cospicuo numero di libri antichi, tra i quali diverse cinquecentine, la collezione completa dei manoscritti e dei volumi del barone Giuseppe Manno, illustre storico della Sardegna, i manoscritti di Giuseppe Amat, l'emeroteca Marica, interessante scorcio di vita sarda raccontata attraverso la biografia dei suoi protagonisti, una preziosa collezione di carte geografiche antiche della Sardegna, tra le quali tre magnifici portolani, splendidamente conservati, del 500 e del 600, vaie raccolte di costumi sardi, tra i quali quella acquerellata del Dalsani.

Il Regolamento della Biblioteca prevede che per la consultazione dei manoscritti e delle opere di pregio occorre un'autorizzazione del Presidente della Commissione per la Biblioteca, mentre per la consultazione delle altre opere Ŕ sufficiente recarsi in biblioteca negli orari di apertura al pubblico.