CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XIV LEGISLATURA

INTERPELLANZA N. 201/A

INTERPELLANZA LOCCI - BARDANZELLU - CAMPUS - LADU - RANDAZZO - SANNA Paolo Terzo - PETRINI - DE FRANCISCI - FLORIS Rosanna - TOCCO - GRECO - PITEA - RODIN - LAI - MURGIONI - ZEDDA Alessandra - GALLUS - PIRAS - CONTU Mariano Ignazio - PERU - AMADU - SANJUST - PITTALIS - DIANA Mario sulla grave situazione occupazionale legata alla messa in mobilitą del personale della compagnia aerea Meridiana e sulle possibili opzioni per affrontare il problema.

 ***************

I sottoscritti,

preso atto che:
- Meridiana Spa, su 2.023 dipendenti, ne ha messo in mobilitą 910 tra personale a terra e di volo e, secondo dati sindacali, si arriverebbe addirittura a 1.113 unitą;
- sarebbero pronte lettere di mobilitą per altre 75 unitą lavorative del polo di manutenzione di Olbia (Meridiana maintenance);
- Meridiana ha preso la decisione di lasciare a terra 9 aerei MD80 su 17 a conferma del disimpegno della compagnia;

considerato che:
- Meridiana intenderebbe esternalizzare tutti e 4 i settori di "non volo" probabilmente per poter rendere appetibile una cessione di Meridiana fly ad Alitalia o ad altro vettore;
- punterebbe a accompagnare i dipendenti in esubero verso 4 anni di cassa integrazione e 3 di mobilitą senza alcuna volontą del loro reintegro;
- non si capisce se abbia intenzione di confermare l'impegno della continuitą territoriale per la Sardegna, proprio nel momento in cui la Regione si accinge a varare la nuova continuitą territoriale con la tariffa unica per tutti, residenti e non residenti,

chiedono di interpellare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei trasporti per sapere:
1) quali azioni intendano porre in atto per far recedere la compagnia aerea dall'iniziativa annunciata, posto che il primo incontro del 15 febbraio 2011 sembra non abbia dato esito positivo;
2) se non sia il caso di prevedere, nel bando sulla nuova continuitą territoriale, una premialitą preferenziale per i vettori che, oltre a garantire il servizio, assumano personale di Meridiana in mobilitą operativo in Sardegna, modificando eventualmente la delibera di Giunta regionale n. 29/36 del 29 luglio 2010 che ne indica i criteri;
3) se non sia il caso di valutare la possibilitą di promuovere una compartecipazione, attraverso la SFIRS, con soggetti privati, acquisendo quote societarie, e quindi partecipare direttamente alle scelte ed alla predisposizione dei piani economici ed operativi, con l'obiettivo, nel rispetto delle norme europee sulla libera concorrenza, di renderci pił autonomi ed autosufficienti.

Cagliari, 17 febbraio 2011